.
.

Pallinatrice Cabjet serie V

Sabbiatrici a cabina

 

La pallinatrice è lo strumento che permette il trattamento denominato “ shot peening ” sparando delle microsfere di vetro, acciaio, ceramica tramite aria compressa o utilizzando la forza centrifuga.
La pallinatrice deve essere in grado, per mantenere costante l’intensità di pallinatura ed impedire il danneggiamento del materiale da pallinare, anche di rimuovere continuamente gli shot frantumati, usurati e la polvere che si crea durante il processo.

La pallinatura è un'operazione che consiste nel martellamento superficiale, eseguito a freddo, mediante un violento getto di microsfere che possono essere di acciaio steelblast, di ceramica zirblast o di vetro microlux
La Pallinatrice "V Finimac" comprende pallinatrici e sabbiatrici che effettuano lo sparo dell’abrasivo mediante il sistema chiamato a “depressione” o “ad aspirazione”.
Questa serie di pallinatrici comprende due modelli standard che si differenziano per le crescenti dimensioni della zona di lavoro. Tutte le nostre pallinatrici sono dotate di ciclone per il recupero e la generazione continua dell’abrasivo. Le nostre sabbiatrici / pallinatrici sono costruite secondo la migliore tecnica e con l'uso dei migliori componenti e materiali allo scopo di assicurare un prodotto di

  • elevata qualità
  • lunga durata
  • grande versatilità

Esse possono lavorare con abrasivi di ogni genere e grana, come:
  • microsfere di vetro
  • corindoni e sabbia
  • granuli plastici
  • granuli vegetali
  • abrasivi metallici

Le Pallinatrici di tipo "a depressione" o "ad aspirazione" realizzano lo sparo dell’abrasivo tramite una speciale pistola a cui arrivano due distinte tubazioni. Una tubazione, comandata mediante pedale, è alimentata con aria compressa e, tramite un iniettore di forma opportuna, realizza un getto di aria attraverso la pistola. L'altra tubazione è collegata al serbatoio di stoccaggio dell'abrasivo. Il getto di aria compressa crea all'interno della pistola una depressione che aspira l'abrasivo attraverso il tubo collegato al serbatoio. Arrivato alla pistola, l'abrasivo viene sparato attraverso l'ugello in carburo di tungsteno, generando il getto di lavoro. La manipolazione della pistola consente di orientare il getto sul pezzo da trattare.
Il risultato ottenuto dipende da vari fattori quali:
  • la pressione dell’aria compressa
  • il tipo di abrasivo
  • il tempo di trattamento per unità di superficie

In sintesi è possibile ottenere i seguenti trattamenti di superficie:
  • pulizia da contaminanti
  • sbavature
  • pallinatura di indurimento
  • disossidazione
  • satinatura a scopo estetico
  • sverniciatura
  • preparazione di superfici per ancoraggio di metalli, vernici, gomme ecc.

Le macchine di questa serie sono essenzialmente composte da:
  • cabina di trattamento
  • ciclone per il recupero e la rigenerazione
  • continua dell’abrasivo con eliminazione dei residui della lavorazione
  • organo di filtrazione (sacco o filtro a cartucce)


Scarica la brochure in formato PDF
 

DOMANDE e RISPOSTE

Qui puoi leggere alcune risposte alle
domande più comuni sul mondo
della sabbiatura.


 

FEVI Channel

Il nuovo canale video di formazione gratuita per conoscere meglio il mondo delle sabbiatrici

 

 

CONTATTACI CON FEVILIVE

Servizio tecnico commerciale tramite webcam per vedere e conoscere le nostre sabbiatrici

 

Scorciatoie

Utilità

 

Sito in altre lingue

 

Seguici sui nostri canali social
seguici su Facebook Iscriviti al canale FEVI su Youtube

 

 


.

.
 

Copyright 2000 - 2015 © Fe.Vi. SRL unipersonale P.IVA 02452730340